Emozioni in apnea


Per gli appassionati di apnea Guillaume Néry non è certo un nome nuovo di questo sport (di cui tra l'latro conosco molto poco seppur affascinato). Quello che mi ha colpito invece è la scelta stilistica e filmica usata dalla regista francese Julie Gautier. Molto colpito.

Quando si realizza un video in ambito sportivo ormai il contenuto emozionale è una parte decisiva del processo creativo. L'impresa viene (quasi)sempre dopo l'uomo-donna che l'hanno compiuta. Le sue paure, le gioie, i dolori rappresentano il motore narrativo che porta lo spettatore ad innamorarsi del protagonista.

Beh, qui Julie spacca sul serio. Dopo le prime sequenze 'normali', ben girate ma niente di straordinario, il film cambia faccia. La profondità degli abissi in cui il protagonista si immerge senza l'ausilio di ossigeno, diventa il suo sogno e incubo. Realtà e finzione si mescolano perfettamente. L'uso della camera, delle coreografie subacque e dei colori sono epici.

Davvero super .Da guardare assolutamente.

Mi sa che mi darò all'apnea.

#sportsubacqua #emozion

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square